Chiama per fissare il primo appuntamento! 338 30 52 197|info@natalipsicologatorino.it

Terapia individuale

Sindrome del caregiver

Quando trasformare la propria vita in quella del malato si rivela una vera e propria patologia. Ho lavorato per oltre dieci anni nei servizi di domiciliarità leggera del Comune di Torino. Il mio lavoro è consistito nel sostegno psicologico ai cosiddetti “caregiver” ovvero i familiari che si prendono cura di un anziano (ma non necessariamente [...]

Sindrome di Burden nel caregiver

I sintomi nella sindrome di Burden Un nome “altisonante”, conosciuto forse più dagli addetti ai lavori, ma che in realtà colpisce moltissimi caregiver A questo proposito si veda anche: Caregiver in psicologia È spesso ampiamente sottovalutata poiché confusa con un naturale stato transitorio di stanchezza, dovuto alla mole di lavoro su più fronti, che il caregiver [...]

Caregiver in psicologia

Il significato della parola caregiver per l' ambito psicologico. Avete mai sentito questo termine? Deriva dall'inglese, come molte delle parole ormai entrate nel nostro vocabolario, e con esso si intende una persona che assiste,  indipendentemente dal ruolo (anche se solitamente è il genitore, il partner, o figlio/a) una persona che gli /le è cara e che ormai non [...]

Come sopravvivere al Capodanno da single (e non solo).

Piperita Patty: “Gli anni sono come piscine Ciccio. Saltiamo dentro da una parte e poi annaspiamo finché non siamo dalla parte opposta. Come è stato il tuo anno Ciccio?”. Charlie Brown: “Qualcuno ha fatto uscire tutta l’acqua”. Il Natale è appena passato e potremmo dire “il più è fatto”. Invece no! C’è ancora il Capodanno [...]

Uno nessuno centomila (parti di sé).

Ogni incontro che fai è un incontro con te stesso; pochi sembrano accorgersi che gli altri sono loro. C.G. Jung. Ciò che mi colpisce nei pazienti che vedo nel mio studio di Torino è spesso la loro convinzione di essere “Uno”. Certo, il Mario che si reca al lavoro non è lo stesso Mario che [...]

La pazienza dei bufali sotto la pioggia.

Occorre molta pazienza per impararla. Stanislaw Jerzy Lec Quello che segue e' un articolo un pò diverso dal solito. Nasce da una mia passione (la lettura)  e da un libro che un giorno una paziente del mio studio di Torino mi ha detto di aver letto e de quale abbiamo disquisito. Un libro che alla [...]

La malattia come resilienza.

Il cancro… un processo di creazione impazzito, pensai Philip K. Dick Un sabato mattina qualsiasi, presa da mille commissioni. Tra uno spostamento e l’altro Radio2 diceva la sua. Solitamente non ci faccio troppo caso, è semplicemente un sottofondo tra un semaforo e l’altro. Questa volta però la mia attenzione viene catturata all’istante. Il pezzo della [...]

Dalle crisi si può rinascere: la resilienza.

"Non possiamo pretendere che le cose cambino se continuiamo a fare le stesse cose. La crisi è la più grande benedizione per le persone perché la crisi porta progressi. La creatività nasce dall'angoscia come il giorno nasce dalla notte oscura. È dalla crisi che nascono l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la [...]

“Lasciare il passato nel passato” non è solo il titolo di un libro

Quando suggerisco ad alcuni pazienti, da me trattati nel mio studio di Torino con EMDR, la lettura di: “Lasciare il passato nel passato” di F. Shapiro (Ed. Astrolabio, Roma, 2012) ciò che mi rispondono, in varie declinazioni, suona come:”Magari fosse possibile, sarebbe bellissimo!”.Oppure:”E’ proprio quello che vorrei”. In effetti come non dar loro torto! Possiamo [...]

Il nostro “oscuro passeggero” (e a cosa serve).

Dentro di noi abbiamo un’Ombra: un tipo molto cattivo, molto povero, che dobbiamo accettare C.G.Jung Un paziente che sto seguendo nel mio studio di Torino mi ha così descritto il percorso terapeutico:" In una serie televisiva che mi piace molto il protagonista,Dexter, dice di portare sempre con se' un oscuro passeggero che guida le sue [...]

Load More Posts